A chi appartiene il prefisso 045?

Prefisso 045

Se qualcuno vi chiama con un numero che ha come prefisso 045, significa che vi sta chiamando da un’utenza telefonica fissa situata sul suolo dalla provincia di Verona, infatti questo prefisso telefonico nazionale appartiene proprio alla città capoluogo.

Il prefisso 045 è assegnato ed adottato da 77 comuni della città metropolitana di Verona, i quali ospitano circa 12.500 abitanti.

La storia dei prefissi telefonici

prefissi telefonici sono dei numeri che stanno ad indicare la zona geografica di appartenenza di un’utenza telefonica o una particolare categoria di servizio, quali ad esempio i numeri verdi o gratuiti.

Infine, esiste anche un’altra categoria a cui un prefisso fa riferimento, che è quella degli operatori mobili, quindi Vodafone, Tim e così via.

In merito ai prefissi utilizzati per indicare una zona geografica, questi si dividono in prefissi telefonici nazionali e prefissi telefonici internazionali.

Quelli nazionali sono generalmente associati a province diverse.

Nella nostra nazione, tali prefissi sono circa 230 e quello più numeroso per utenze telefoniche è quello di Roma, con circa 4 milioni di utenze.

In questa speciale classifica, troviamo a seguire quello di Napoli, con circa 3,7 milioni di utenza e quello di Milano, con circa 3 milioni di attivazioni.

In merito ai prefissi telefonici internazionali invece, questi iniziano in genere con un doppio zero, che spesso viene abbreviato con il simbolo “+”.

Per quanto riguarda i prefissi telefonici degli operatori mobili, essi non sono, a differenza degli altri, collegati ad alcuna distribuzione geografica delle utenze.

In Italia, questa speciale categoria di prefissi, ossia i mobili erano inizialmente composti da 4 cifre, con la prima cifra che era sempre uno “zero”.

Tuttavia, nel 2001, lo 0 è stato rimosso ed ora tutti i prefissi mobili sono composti da tre cifre, di cui la prima è sempre un 3, ad esempio 347, 338 e così via.

Inoltre, uno stesso prefisso mobile può essere associato ad operatori diversi, in quanto negli ultimi anni è stata introdotta la cosiddetta portabilità del numero tra un operatore all’altro.

In pratica, cambiando operatore/gestore si può scegliere di conservare il proprio numero, comprensivo di prefisso.

Infine, quando si vuole chiamare un numero mobile all’estero, come per la telefonia fissa anche per quella mobile va anteposto il prefisso nazionale.

Per quanto riguarda i prefissi per le categorie di servizio, ne esistono di vari.

In Italia, ad esempio, i numeri di emergenza iniziano con un doppio 1, come per il 112 ed il 113.